DOI: https://doi.org/10.15581/011.61.103-113

I giudici di valore nell'interpretazione giuridica

 -Giuseppe Zaccaria


Texto completo:     PDF (Italiano) (1)   
         Ver en DADUN


Resumen

 14
Il saggio analizza il tema dei giudizi di valore nell'interpretazione giuridica come variante del più ampio rapporto tra diritto e morale. Attraverso un esame delle tesi del formalismo e dell'antiformalismo interpretativi, del più recente dibattito tra "giuspositivismo esclusivo e "giuspositivismo inclusivo", e alta luce della novità, sottolineata dal neocostituzionalismo e rappresentata dall'ingresso dei principi negli ordinamenti costituzionali contemporanei, si conferma la tesi, sempre più accolta dalla teoria giuridica contemporanea, per cui i giudici hanno strutturalmente a che fare nel loro ragionamento con giudizi di valore. La più recente e avvertita teoria giuridica cerca di individuare come e in quale misura i giudizi di valore siano rilevanti nell'attività giudiziale e quali conseguenze ciò comporti per lo stesso statuto dell'interpretazione. Il contributo dell'ermeneutica giuridica sta proprio nel riconoscere che il ragionamento giudiziale viene strutturalmente in contatto con la dimensione assiologica ma nel contempo, contra ogni deriva scettica, si sforza di reperire criteri intersoggettivi che contengano i possibili arbitri impliciti nella discrezionalità giudiziale.

Palabras clave

Giudizi di valore; Interpretazione giuridica


Autores

Giuseppe Zaccaria e-mail (Inicie sesión)

Métricas





Search GoogleScholar

















Licencia de Creative Commons
La revista Persona y Derecho se publica bajo una licencia Creative Commons Reconocimiento-NoComercial-SinObraDerivada 4.0.